CENNI STORICI

Alla fine del 1861 Leopoldo Rodinò fondò a Napoli l’Opera per la Mendicità a sostegno dei mendicanti, per i quali Luisa-Dillon-213x300non erano stati presi provvedimenti né governativi, né provinciali e né municipali.

Nel corso dei primi anni, l’Opera lavorò così bene tanto da far scomparire dalla città migliaia di mendicanti e ottenne non solo la fiducia del popolo napoletano ma anche le lodi degli stranieri e la cooperazione del Governo e da qui si fondarono altre opere di beneficenza.
La principale Opera fu quella destinata all’educazione e all’istruzione delle fanciulle cieche costrette dai loro genitori a mendicare, mentre per i maschi era stata istituita l’Opera Pia di S. Giuseppe e Lucia a Chiaia.
La promotrice fu Lady Strachan, marchesa di Salsa, che consegnò al fondatore e al Presidente dell’Opera per la Mendicità la somma di diecimila ducati affinché si potesse fondare a Napoli questo istituto educativo.
Alla fine del 1868 l’Opera per la Mendicità si sciolse, ma il Consiglio direttivo decise che la Scuola ed il Convitto per le fanciulle cieche continuasse il suo operato e che portasse il nome della nobile Lady Strachan.
L’Opera Pia Scuola e Convitto fu costituita con decreto del 19 febbraio 1869 con approvazione dello statuto organico ed è stata poi successivamente trasformata in Fondazione con la denominazione di Istituto Strachan – Rodinò Onlus per l’assistenza ai minorati della vista riconosciuta con D.P.G.R. n. 619 del 22 settembre 2003 (Decreto n. 44 del 16 marzo 2005)

Attualmente la Fondazione ha lo scopo di accogliere i non vedenti, i disabili, le donne disagiate, in proprie strutture con progetti finalizzati ad assicurargli una normale vita di relazione e di compimento di tutti i loro atti quotidiani, ed al sostegno e all’integrazione delle donne in difficoltà.
Inoltre si è costituita la Società Sportiva Dilettantistica Strachan – Rodinò a responsabilità limitata, in breve “S.S.D. Strachan – Rodinò a r.l.” per l’educazione e l’istruzione attraverso i valori dello sport rivolta alle ragazze in difficoltà, i non vedenti, i portatori di handicap o affetti da patologie che necessitano di particolari cure.

Infine, la Fondazione Istituto Strachan – Rodinò Onlus, ha istituito presso la propria sede un ambulatorio oculistico per la prevenzione delle malattie dell’apparato visivo in età scolare , avviando un progetto di screening denominato “Guardiamoli negli occhi”, responsabile dott. Alfonso Porciello rivolto agli studenti degli istituti scolastici delle scuole primarie per l’anno scolastico 2016/2017, avvalendosi del patrocinio del Comune di Napoli, dell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania e dell’Unicef.